Tecnologie

Scanner Intraorale 3D

Lo scanner digitale intraorale 3D permette di rilevare un’impronta ottica attraverso l’utilizzo di una fonte luminosa e di ottenere modelli 3D del paziente senza dover impiegare cucchiai né paste che normalmente  sono usate nella tradizionale rilevazione dell’impronta dentale.

Oltre ad aver eliminato il fastidio delle impronte per il Paziente, lavorare in digitale, per noi clinici, vuol dire creare nuove opportunità terapeutiche per il paziente, offrire protocolli clinici ancora più efficaci e predicibili, che permettano di raggiungere i risultati prefissati in tempi più rapidi.





Laser a Diodi

Il laser a diodi è uno strumento utilizzato per la piccola chirurgia gengivale e dei tessuti molli.

Consente di disinfettare, tagliare o coagulare il tessuto mucoso con grande precisione grazie alla dimensione ridotta del fascio di luce.

Le capacità emostatiche del laser consentono, durante l’atto chirurgico, di avere un minore sanguinamento e una ridotta necessità di punti di sutura; inoltre, l’effetto antalgico, decontaminante e biostimolante favoriscono una guarigione meno difficoltosa.

L’intervento laser può prevedere, preliminarmente, l’esecuzione di un’anestesia locoregionale spesso molto leggera.

E’ utilissimo per eseguire:

  1. La rimozione di un eccesso di gengiva in caso di alterata eruzione passiva o iperplasia gengivale infiammatoria;
  2. Disinserzione di frenuli labiali anomali;
  3. Esposizione di miniviti e miniplacche, in caso di iperplasia gengivale infiammatoria;
  4. Esposizione di elementi dentari in inclusione mucosa.





Progettazione Digitale 3D

I software di progettazione 3D, consentono di spostare virtualmente i denti e simulare i movimenti dentali che avverranno tramite gli apparecchi ortodontici.

La possibilità di avvalermi di questa tecnologia avanzata, mi consente di aumentare la predicibilità del risultato nel rispetto di tutte le strutture dentali e di supporto parodontale.