Studio del Caso Ortodontico

Studio del Caso Ortodontico

La diagnosi accurata è l’elemento fondamentale per il raggiungimento degli obiettivi terapeutici

Può essere effettuata con la raccoltae lo studio attento dei dati clinici e radiografici completi che documentano la situazione del paziente.

Il check-up ortodontico è quindi un check-up diagnostico che prevede una seduta specifica di raccolta dei dati seguita da una seconda seduta di colloquio , che insieme costituiscono lo studio specialistico ortodontico del caso.

Cosa serve per progettare un trattamento “su misura”?

Impronte o scansioni delle arcate dentarie

Le impronte delle arcate dentarie permettono di costruire dei modelli identici alla bocca del paziente. Ciò consente di studiare nel dettaglio la posizione dei denti e lo spazio disponibile per il loro allineamento.

Registrazioni dei rapporti tra le arcate

Con uno strumento chiamato articolatore, le impronte dentali vengono utilizzate per studiare le modalità di combaciamento dei denti e simulare i movimenti mandibolari.

Fotografie del viso

Il viso viene studiato nelle sue proporzioni e simmetrie per effettuare approfondite valutazioni sullʼestetica del volto che guideranno le scelte terapeutiche.

Fotografie dei denti

Le fotografie delle arcate dentarie servono per visualizzare le gengive ed i dettagli anatomici dei denti non visibili sulle impronte.

Radiografie 

ortopantomografia delle arcate dentarie serve ad avere un quadro generale della situazione dentale e ossea del paziente. Possono essere visualizzati tutti gli elementi dentari,  identificando anomalie o malformazioni, processi cariosi, patologie ossee.  Nei bambini, questa lastra, serve a verificare lʼandamento della permuta dentale.

La teleradiografia del cranio in proiezione latero-laterale è un esame radiografico che viene usato per studiare, attraverso il tracciato cefalometrico, la posizione delle basi ossee mascellari, le prospettive di crescita (in caso di pazienti giovani) e le inclinazioni dei denti anteriori.

In situazioni particolari, potrebbe essere prescritta anche una CBCT ( TAC a basso dosaggio) per studiare, tridimensionalmente ed in maniera più approfondita, la morfologia delle articolazioni temporomandibolari e/o la posizione di denti bloccati nell’osso (denti inclusi).

Tutta questa documentazione può essere utilizzata per eseguire una simulazione digitale tridimensionale degli spostamenti ortodontici e lʼeffetto che questi produrranno sul profilo e sull’estetica del Paziente.